Con tutto il cuore - CONAD per FTGM

contuttoil cuore conad ftgm small

Estratto dal testo di Lucia Zambelli, martedì 30 ottobre 2018

"Con tutto il cuore", per salvare i bambini colpiti da insufficienza cardiorespiratoria

FIRENZE - Si chiama "Con tutto il cuore" il progetto che partirà domani, mercoledì 31 ottobre, in tutti i negozi Conad del Tirreno, con l'obiettivo di raccogliere fondi per assicurare la sopravvivenza dei bambini colpiti da insufficienza cardiorespiratoria acuta refrattaria alle terapie convenzionali. I fondi raccolti andranno ad aggiungersi ai 130.000 euro stanziati dalla Regione con una delibera approvata dalla giunta nella seduta di ieri. L'iniziativa è stata presentata stamani in Regione dall'assessore al diritto alla salute e al sociale Stefania Saccardi, assieme a Luciano Ciucci, direttore generale della Fondazione Toscana Gabriele Monasterio, Valter Geri e Aurelio Ferrari, rispettivamente presidente e direttore marketing Conad del Tirreno.

"Con tutto il cuore"

Dal 31 ottobre fino al 24 dicembre, in tutti i punti di vendita della rete Conad del Tirreno, ogni 20 euro di spesa pagata con Carta Insieme – la fidelity card di Conad – sarà possibile ritirare un peluche Amico di Trudi con un contributo aggiuntivo di 1,50 euro, 0,50 dei quali destinati a sostenere i progetti solidali per Toscana, Lazio e Sardegna. Sempre utilizzando Carta Insieme Conad, ogni 500 punti miPremio 2018, con un contributo di 4 euro, di cui 0,50 devoluti anch'essi all'acquisto di apparecchiature medicali, è possibile ricevere un Trudino a scelta tra sei soggetti.

...

Il progetto

I fondi raccolti grazie all'iniziativa "Con tutto il cuore" andranno ad aggiungersi ai 130.000 euro già stanziati dalla Regione, e contribuiranno alla realizzazione di una rete organizzata che assicuri un efficace trattamento di queste gravissime insufficienze cardio-respiratorie grazie all'ECMO Team della Pediatrico della Fondazione Monasterio, disponibile H/24 e in grado di intervenire in tempi brevissimi con il trattamento salvavita e di trasferire il piccolo paziente, una volta stabilizzato, presso la struttura idonea il trattamento e la cura. Una tipologia organizzativa simile e contigua a quella realizzata dall'ECMO Team dell'AOU Careggi per pazienti adulti.

Fondamentale, anche in questo caso, è la tempistica di intervento, che deve essere estremamente rapida (per il trasferimento rapidissimo dell'ECMO Team sono stati presi accordi con la Centrale del 118/Elisoccorso/Prefettura di Massa Carrara), proprio perché altrimenti i danni prodotti dalla patologia non sono più reversibili.

...

La tecnologia

L'ECMO (ExtraCorporeal Membrane Oxygenation) è un sistema usato per supportare in urgenza le funzioni cardiorespiratorie di pazienti molto gravi, con l'obiettivo di prevenire un danno agli organi nobili (cervello), in attesa che il cuore e/o i polmoni riprendano la propria funzionalità, o si adottino decisioni terapeutiche più complesse (trapianto, cuore artificiale); si tratta di una variante dei circuiti extracorporei utilizzati nelle sale di cardiochirurgia per gli interventi a cuore aperto.

Oggi la tecnologia ha fatto importanti passi in avanti ed un ECMO può essere impiantato anche al di fuori delle sale di cardiochirurgia e permettere anche il trasporto del paziente durante il trattamento.

...

leggi l'intero articolo di Lucia Zambelli

http://www.toscana-notizie.it/-/-con-tutto-il-cuore-per-salvare-i-bambini-colpiti-da-insufficienza-cardiorespiratoria

Guarda la galleria fotografica

leggi il comunicato stampa

Con tutto il Cuore_TOSCANA-1.pdf