Un esempio di efficienza ed accoglienza del malato

Dal Tirreno - Massa del 18 agosto 2018

Massa, un cittadino: «L’equipe del dottor Santoro ha capito la gravità delle condizioni di mio fratello, e l’ha operato in pochi giorni»

MASSA. «L’ospedale del cuore “Gaetano Pasquinucci” di Massa è veramente un ospedale encomiabile che dovrebbe essere portato d’esempio a tutti gli altri». Un caso di buona sanità che deve essere sottolineato. Lo segnala in una lettera inviata a Il Tirreno il fratello di un paziente che racconta come al suo congiunto, reduce da un’ischemia cerebrale, sia stato diagnosticato un problema al cuore. Problema prontamente curato dall’equipe guidata dal primario, dottor Santoro.

Spiega il cittadino: «L’incaricata all’accettazione, titubante sulla possibilità di ricoverare mio fratello, presentatosi senza l’impegnativa medica, dopo aver ascoltato il suo calvario e le sue paure, ha deciso di farlo parlare con il primario. Il dottor Santoro, arrivato subito, ha trovato le parole giuste per tranquillizzarlo e rassicurarlo che avrebbe pensato a tutto lui e che tutto sarebbe andato per il meglio. L’operazione al cuore sarebbe stata eseguita rapidamente, la settimana successiva e cioè il 31 luglio, inserendo l’intervento di mio fratello fra gli altri già programmati».

Continua la testimonianza: «Il 31 luglio, come da accordi, mio fratello è stato operato senza ricorso ad alcuna raccomandazione ma soltanto grazie a un medico che, capita la grave situazione oggettiva e psicologica del paziente, si è comportato anche da uomo oltre che da medico. Il primario e tutta l’equipe medica, compresi infermieri ed oss, sono stati veramente eccezionali e di una umanità incredibile, coniugando alte doti professionali e morali.».

Leggi l'intero articolo sul Tirreno