risposte quesiti gara

In questo spazio sono pubblicati le risposte ai quesiti pervenuti in riferimento a questa gara

 

PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DI UN APPALTO MISTO PER LA Realizzazione del nuovo blocco operatorio e del nuovo laboratorio di emodinamica dell'Ospedale del cuore DI MASSA

RISPOSTE AI QUESITI

 n.  data pubblicazione / aggiornamento
 quesito  risposta
24 19/10/2018

QUESITO 1)
Facendo riferimento alla prima risposta del chiarimento n. 16 datato 09/10/2018 in cui si conferma la sola traslazione longitudinale, si richiede ulteriore conferma della necessità di un piano in carbonio totalmente radiotrasparente fondamentale per le procedure combinate con il sistema angiografico digitale per i seguenti motivi:
L’assenza di snodi e parti in acciaio del piano in carbonio permettono una radiotrasparenza a 360° ideale per l’imaging.
L’elevato sbalzo radiotrasparente ottimizza le procedure con il sistema angiografico ampliando la finestra d’esame.
La traslazione flottante nelle 4 direzioni permette il movimento in combinata con il sistema angiografico e ottimizza l’acquisizione delle immagini.
In caso di risposta affermativa la configurazione finale riguardante i piani operatori inerenti alla sala ibrida sarà:
N. 1 Piano operatorio chirurgico multi sezione come da specifiche di capitolato con la sola traslazione longitudinale motorizzata.
N. 1 Piano completamente in carbonio radiotrasparente a 360° con la movimentazione motorizzata nelle 4 direzioni longitudinale e trasversale.

QUESITO 2)
Facendo riferimento alla seconda risposta del chiarimento n. 16 datato 09/10/2018 si richiede di specificare se con “sistemi pensili per sala operatoria ibrida, è richiesta un’ampia possibilità di regolazione dei movimenti di estensione orizzontale, escursione verticale e rotazione intorno agli assi” si intende una movimentazione basculante motorizzata del braccio o solamente una movimentazione orizzontale attorno agli snodi di rotazione.

RISPOSTA QUESITO 1
Ad integrazione e rettifica della risposta al quesito n. 16 datato 09/10/2018, si precisa confermando che il requisito primario e fondamentale di capitolato è costituito dalla completa radiotrasparenza.
Pertanto è richiesta la fornitura di n. 2 piani completamente radiotrasparenti dotati delle movimentazioni previste nel capitolato.
Le dichiarazioni difformi da quanto sopra riportato sono da considerarsi un refuso.

 

RISPOSTA QUESITO 2
Si conferma che per i sistemi pensili per sala ibrida è richiesta un'ampia possibilità di regolazione dei movimenti di estensione orizzontale , escursione verticale e rotazione intorno agli assi.

23 17/10/2018

Nel file CSA Forniture, pag 6 paragrafo Sistema di elaborazione digitale delle immagini si legge:

A) Consolle in sala controllo dotata di 2 monitor di dimensione indicativamente non inferiore a 24” per la visualizzazione delle immagini live/reference e la gestione dell’esame. Nell’ottica di una maggior partecipazione delle ditte all’appalto si chiede di poter offrire due monitor medicali in bianco e nero con le stesse funzioni e con dimensioni di 19’’.


B) Nel file CSA Forniture, pag 25 paragrafo Tavolo di cateterismo si legge:
Protezione perimetrale anti-x. Si chiede di confermare che si tratta di protezione ati-x a bordo tavolo.

C) Nel file CSA Forniture, pag 27 paragrafo Sistema di elaborazione digitale delle immagini si legge:
Consolle in sala controllo dotata di 2 monitor a colori con schermo antiriflesso, di dimensione
indicativamente non inferiore a 24” per la visualizzazione delle immagini live/reference di ogni piano e la gestione dell’esame. Nell’ottica di una maggior partecipazione delle ditte all’appalto si chiede di poter offrire due monitor medicali in bianco e nero con le stesse funzioni e con dimensioni di 19’’.

D)  Busta B – OFFERTA TECNICA –  PUNTI A.1  - A.2 – A.3  - A.4  - A.5 – A.6 – A.7. – A.8 viene richiesta ad ogni punto una relazione completa e dettagliata in lingua italiana, articolata seguendo l’ordine degli elementi  di valutazione  indicati all’articolo 6 ecc -  
Anche gli elaborati (disegni, grafici, schede e foto illustrative) devono essere necessariamente in lingua italiana?

RISPOSTA PUNTO A): si conferma la possibilità di offrire monitor di dimensioni pari o superiore a 19” con le stesse funzioni e caratteristiche tecniche previste nel capitolato.

 

 

RISPOSTA PUNTO B) : si conferma che la protezione richiesta consiste nella protezione a bordo tavolo.

 

 

RISPOSTA PUNTO C : si conferma la possibilità di offrire monitor di dimensioni pari o superiore a 19” con le stesse funzioni e caratteristiche tecniche previste nel capitolato.

 

 

RISPOSTA PUNTO D): si conferma che tutta la documentazione dovrà essere in lingua italiana.
Ogni altro documento, didascalia e testo non in lingua italiana potrà non essere considerato / valutat.

22 17/10/2018

Con riferimento al Disciplinare di gara, paragrafo 6 – criteri di aggiudicazione, criterio A8 – CRITERI MINIMI AMBIENTALI, si fa presente che l’Allegato 2 (edilizia)al DM 11-01-2017, come specificato all’art. unico comma 2 del DM 11-10-2017 (Criteri Ambientali Minimi), attualmente vigente, è stato SUPERATO E SOSTITUITO dal DM 11-10-2017 stesso, il quale ha un unico allegato, che lo sostituisce integralmente.
 
Si chiede di chiarire a quale dei 2 decreti l’offerta tecnica deve riferirsi.
 
Nel caso l’offerta tecnica dovesse rispondere sulla base del decreto attualmente vigente, si fa presente che il punto 3 dei criteri motivazionali (“sostanze ad alto potenziale di riscaldamento globale – punto 2.4.1.4 dell’allegato 2 al D.M. 11.1.2017…”) è stato eliminato e si chiede pertanto di confermare che questo criterio motivazionale non sarà preso in considerazione nella valutazione.

In riferimento alla terza alinea del criterio motivazionale A8, si conferma che tale punto  non sarà preso in considerazione nella valutazione. I punti : sistemi di gestione ambientale, disassemblabilità di componenti e materiali utilizzati per la messa in opera, calcestruzzi, sostenibilità e legalità del legno, tramezzature e controsoffitti, pitture e vernici richiamati nel punto A8 devono essere riferiti ai contenuti dell'allegato 1 del D.M. 11-10.2017

21 12/10/2018

QUESITO 1)
Nel computo metrico estimativo Opere Civili la voce 358/218 NP.PREF.024 11/01/2018 PORTA SCORREVOLE AUTOMATICA IN VETRO AD ANTA SINGOLA ha dimensioni 2000X2100 mm H, nelle tavole grafiche (15.13_PE_AR_14.02_01_esploso sala 1, e sala 2) queste hanno dimensioni 1200x2100mm.
Quali sono le dimensioni corrette?

QUESITO 2)
Nel computo metrico estimativo Opere Civili la voce 359/219 NP.PREF.025 11/01/2018 PORTA SCORREVOLE AUTOMATICA VETRATA A TENUTA SEMPLICE – 1 ANTA 1200X2100 essendo porta di uscita su connettivo dei locali LO EM 07, LO EM 10, LO BO 01, LO B0 04 non ha schermature. È corretto? Serve schermatura equivalente al Piombo spessore 3 mm?

QUESITO 3)
Nel computo metrico estimativo Opere Civili la voce 360/220 NP.PREF.026 “PORTA A BATTENTE AUTOMATICA A TENUTA SEMPLICE – 1 ANTA 90X210 cm + Pb 2 mm” n° 4 pezzi (porte dei locali LO EM 07, LO EM 10, LO BO 01, LO B0 04) viene indicata schermatura piombo spessore 2 mm. È corretto? Essendo le sale schermate con cartongesso piombato 3 mm anche le porte dovranno avere medesima schermatura?

 

QUESITO 4)
Nel computo metrico estimativo Opere Civili la voce 363/223 NP.PREF.029 Predisposizione armadi da incasso vengono citati (22 armadi, 17 banchi, 17 pensili) ma la quantità totale è 50 e non 56. Vanno previsti 56 rinforzi?

 

QUESITO 5)
Facendo riferimento alla risposta dei quesiti n.14 del 05/10/2018, si richiede di chiarire se il braccio porta doppio monitor a soffitto descritto nel capitolato speciale d’appalto relativo alle forniture (doc.15.13_PE_G_07.07_rev02_CSA Forniture) pag. 34 nella nota del punto 1.16, Monitor televisivi per bio-immagini per le sale di emodinamica, è da comprendere o meno nel presente appalto.

Risposta quesito n.1 :
La voce 358/218 si riferisce alle 2 porte HVse1 delle sale operatorie 1 e 2 che hanno dimensioni 1200x2100 mm, come indicato nelle tavole grafiche, nell’abaco infissi (scheda HVse1) e nelle tavole con gli esplosi 15.13_PE_AR_14.02 e 14.03, quindi la parte grafica è conforme e la dimensione corretta è pertanto 1200x2100.
Il computo contiene un errore nella descrizione della dimensione (errore di digitazione) tuttavia il prezzo è riferito correttamente alla dimensione desiderata 1200x2100.

Risposta quesito  n. 2 :
Per le 4 porte scorrevoli dei locali LO EM 07, LO EM 10, LO BO 01, LO B0 04 sono previste porte tipo Hse1pox come riportato negli elaborati grafici (tavole 15.13_AR_11.14_01) e nell’abaco infissi. Come descritto nell’abaco e nelle relazioni tecniche, tali porte sono da intendersi con pannellatura opaca con oblò 40x040 cm dotate di schermatura al piombo di spessore equivalente 3 mm come prescritto per la murature adiacenti.
Il computo contiene un errore di descrizione della porta in quanto non si tratta di porta vetrata bensì di porta a tenuta semplice della stessa tipologia della voce 356/216 ma di dimensione 1200x2100 con schermatura anti x. Il prezzo invece è  correttamente determinato per il prodotto di cui agli elaborati grafici abaco infissi.

Risposta quesito  n. 3 :
La schermatura prevista per le porte deve essere della stessa dimensione prevista per le pareti adiacenti ovvero 3 mm, come specificato in relazione e nell’abaco infissi.
Il computo contiene un errore nella specificazione dello spessore. Il prezzo invece è  correttamente determinato per il prodotto di cui agli elaborati grafici abaco infissi.

Risposta quesito  n. 4 : Il computo metrico riporta un errore di battitura nella descrizione della voce in quanto si tratta di 22 armadi, 14 banchi, 14 pensili totale 50 supporti, quindi è corretta la quantità. Tale quantità è riscontrabile negli elaborati grafici riportanti gli esplosi delle sale (tavole 15.13_PE_AR_14.01-2-3-4.


Risposta quesito  n. 5 : si precisa che i suddetti saranno successivamente installati a cura dell’Amministrazione ma non sono compresi nel presente appalto.

20 11/10/2018 Con riferimento alla gara in oggetto si prega cortesemente di chiarire con riferimento al punto A.3) “Garanzia provvisoria” del disciplinare che nel secondo bullet si fa’ riferimento agli articoli 103 e 104 del D.Lgs. 50/2016 e non agli articoli 103 e 105 come invece riportato:
“impegno del fideiussore, ai sensi dell’art. 93, comma 8 del D.lgs. 50/2016, a rilasciare la garanzia fideiussoria per l’esecuzione del contratto (cauzione definitiva) di cui agli articoli 103 e 105 del D.lgs. 50/2016, qualora l’offerente risultasse aggiudicatario”.
Si conferma che, come indicato nel quesito, si tratta di un refuso. I riferimenti corretti sono agli articoli 103 e 104 del D.Lgs. 50/2016.
19 11/10/2018 In riferimento all'appalto per la realizzazione del nuovo Blocco Operatorio e del nuovo Laboratorio di Emodinamica dell'Ospedale del Cuore di Massa nel quale è prevista la fornitura di un "Sistema Angiografico Digitale per Sala Operatoria Ibrida" e di un "Sistema Angiografico Digitale Biplanare per Emodinamica" siamo a chiedere, in considerazione degli utilizzi Clinici previsti per i due Sistemi e la tipologia di sale presenti nel progetto di gara, se il requisito "Possibilità di seguire il mezzo di contrasto (Bolus Chasing)" al paragrafo "Sistema di elaborazione digitale delle immagini" del capitolo "1.1 Sistema Angiografico Digitale per Sala Operatoria Ibrida" è da considerarsi un refuso.  si conferma che il requisito "Possibilità di seguire il mezzo di contrasto (Bolus Chasing)" al paragrafo "Sistema di elaborazione digitale delle immagini" del capitolo "1.1 Sistema Angiografico Digitale per Sala Operatoria Ibrida" è da considerarsi un refuso e pertanto non va considerato.
18 11/10/2018  Con riferimento alla gara di cui all'oggetto ed in particolare all'attività di "fornitura" (arredi, elettromedicali, apparecchi radiodiagnostica), tenuto conto che non si tratta di un appalto riservato ai soli produttori e dato che vige il divieto di subappaltare oltre il 30% dell'attività oggetto di gara, si chiede conferma che qualora il concorrente provveda esclusivamente tramite la propria struttura all'acquisto della detta fornitura esso possa non indicare alcun subappaltatore. Per quanto si possa comprendere dal quesito, si conferma che l’eventuale  intenzione di ricorrere al subappalto deve rispettare l’art. 105 del D.lgs 50/2016 e s.m.i.
17 11/10/2018

con riferimento alla gara in oggetto si prega cortesemente di confermare che l’indirizzo da indicare nella etichetta sul plico esterno è il seguente:
 
Spett.le
Fondazione Toscana G. Monasterio
CNR/Toscana per la Ricerca Medica e di Sanità Pubblica
Via Trieste 41
56126 Pisa
 
Consegna plico c/o:
Ospedale del Cuore
Ufficio Protocollo - 1° Piano Uffici Amministrativi
Via Aurelia Sud snc
54100 MASSA

si conferma che, come previsto nel disciplinare di gara,  il plico dovrà riportare la dicitura :
“Procedura aperta per la Realizzazione del nuovo blocco operatorio e del nuovo laboratorio di emodinamica dell'Ospedale del Cuore – CIG 7593551C82
" CONTIENE ATTI DI GARA - NON APRIRE".


Il plico dovrà pervenire entro il 25 ottobre ore 12:00, al seguente indirizzo:
Fondazione Toscana G. Monasterio
c/o  Ospedale del Cuore
Ufficio Protocollo - 1° Piano Uffici Amministrativi
Via Aurelia Sud snc
54100 MASSA

16 09/10/2018

In relazione alla procedura di cui in oggetto, si richiedono i seguenti chiarimenti:


1 - TAVOLO OPERATORIO
Nel Riferimento a pag. 3 del capitolato speciale d’appalto – forniture rif. 15.13_PE_G_07_07_REV02, al paragrafo “tavolo operatorio chirurgico” viene richiesta una colonna fissa con 2 piani intercambiabili trasferibili radiotrasparenti, multisezione per chirurgia cardio-vascolare (almeno 5 sezioni) ecc... Successivamente a pag.4 viene richiesta la movimentazione motorizzata nelle 4 direzioni longitudinale e trasversale.
Si chiede conferma che si tratti di un refuso e che sia richiesto 1 piano cardio-vascolare con spezzature  (almeno 5 sezione) e traslazione longitudinale motorizzata e un piano in fibra di carbonio totalmente radiotrasparente con traslazione motorizzata nelle 4 direzione longitudinale e trasversale.


2 - PENSILI SALA OPERATORIA
Nel Riferimento a pag. 9 del capitolato speciale d’appalto – forniture rif. 15.13_PE_G_07_07_REV02, al paragrafo 1.3 “sistemi pensili per sala operatoria ibrida”, è richiesta un’ampia possibilità di regolazione dei movimenti di estensione orizzontale, escursione verticale e rotazione intorno agli assi.
Si confermi che la movimentazione dei bracci pensili debba essere solamente orizzontale e non verticale in quanto non descritta alcuna movimentazione basculante/verticale nel dettaglio di ciascun pensile come invece specificato nelle descrizioni dei pensili delle sale operatorie di cardiochirurgia paragrafo 1.5 (LATO ANESTESIA).


3 - TRAVI TESTALETTO Si richiede conferma che la descrizione tecnica delle travi richieste per il blocco operatorio e le sale di emodinamica sia da considerare esclusivamente quella all’interno del capitolato speciale d’appalto – forniture rif. 15.13_PE_G_07_07_REV02 e non quella nel computo dei lavori rif. SbCat 45.


4 - INTEGRAZIONE VIDEO Si richiede conferma che il sistema di videointegrazione descritto nel capitolo 1.15 “Sistema di integrazione segnali audio video per sala di emodinamica” del capitolato speciale d’appalto – forniture rif. 15.13_PE_G_07_07_REV02, sia da considerarsi un refuso in quanto non presente nell’elenco apparecchiature da fornire (pag. 2 della premessa iniziale) e inoltre non quotato nel computo metrico estimativo forniture.

 Risposta punto 1 - Si conferma che è richiesta la sola traslazione longitudinale


Risposta punto 2 - Si confermano le specifiche di capitolato:”sistemi pensili per sala operatoria ibrida, è richiesta un’ampia possibilità di regolazione dei movimenti di estensione orizzontale, escursione verticale e rotazione intorno agli assi.”


Risposta punto 3 - Si conferma che  le specifiche tecniche sono solo quelle previste nel capitolato speciale d’appalto forniture 15.13_PE_G_07_07_REV02.


Risposta punto 4 - Vedi quesito n. 14

15 09/10/2018

Relativamente al tavolo operatorio chirurgico da installarsi in combinazione con il SISTEMA ANGIOGRAFICO DIGITALE PER SALA OPERATORIA IBRIDA, vengono richieste queste caratteristiche:
- Dotato di una colonna fissa a pavimento e due piani intercambiabili trasferibili radiotrasparenti, multisezione per Chirurgia cardio-vascolare (almeno 5 sezioni), completo di barre laterali normalizzate porta accessori e di materassini asportabili (senza l’ausilio di alcun utensile), antistatici ed ergonomici
-Integrato con lo stativo ad arco a C del sistema angiografico per la movimentazione sincrona ed il mantenimento dell’isocentro
-Movimentazione motorizzata nelle 4 direzioni longitudinale e trasversale.
Ad oggi, con i piani operatori multidisciplinari suddivisi in più sezioni, installabili in sale ibride, delle maggiori case produttrici, non è possibile effettuare il movimento di traslazione trasversale ma solo quello longitudinale.
Confermate che la vostra richiesta è un refuso e serve solo la traslazione longitudinale?
Oppure dei due piani operatori richiesti  bisognerà offrire un piano operatorio multisezione che soddisfi le caratteristiche richieste in capitolato eccezion fatta per il movimento trasversale e offrire un piano operatori in un'unica sezione, in fibra di carbonio che permetta di soddisfare la richiesta di “Movimentazione motorizzata nelle 4 direzioni longitudinale e trasversale”?

 Si conferma che è richiesta la sola traslazione longitudinale.
14 05/10/2018

Con riferimento alla gara in oggetto si prega cortesemente di chiarire i seguenti punti:    

Facendo riferimento al capitolato speciale d’appalto relativo alle forniture (doc. “15.13_PE_G_07.07_rev02_CSA Forniture”), da pagina 31 a pagina 35 vengono citate le seguenti voci:    

- 1.15 Sistema di integrazione segnali audio/video per sala di emodinamica;  

- 1.16 Monitor televisivi per bio-immagini;  

- 1.17 Workstation di sala emodinamica.

Le suddette voci non sono elencate nei documenti corrispondenti quali computo metrico (doc. “15.13_PE_G_02.04_rev00_CM forniture”), computo metrico estimativo (doc.  “ 15.13_PE_G_03.04_rev00_CME forniture”) ed elenco prezzi unitari (doc. “15.13_PE_G_05.04_rev00_EPU forniture”).
 
Si prega di confermare che i punti suddetti debbano essere inclusi nell’offerta finale.

In caso affermativo, si prega di aggiornare la relativa documentazione sopracitata (CM, CME, EPU).
Si fa inoltre notare che i punti 1.16 e 1.17 possono essere considerati parti del sistema indicato al punto 1.15, così come già indicato nei sistemi di integrazione per la sala ibrida (punto 1.9) e per le 3 sale di cardiochirurgia (punto 1.10) rispettivamente alle pagine 18-19 e pagine 22-23 del documento “15.13_PE_G_07.07_rev02_CSA Forniture”.

Il progetto prevede sistemi monitor aggiuntivi in angiografia, pc medicali a parete e sistema di integrazione audio/video di cui al punto 1.15 del CSA, si precisa che i suddetti saranno successivamente installati a cura dell’Amministrazione ma non sono compresi nel presente appalto.
13 03/10/2018 Non essendo prevista alcuna indicazione nel disciplinare di gara, anche in considerazione della proroga concessa, si chiede se sussista un termine ultimo per l'inoltro di eventuali richieste di chiarimenti. Si precisa che il termine ultimo per la presentazione delle richieste di chiarimento è il 15 ottobre 2018, ore 15.
12 25/09/2018 Confermare che la categoria prevalente OG11 può essere subappaltata massimo al 70%, le categorie OG1 e OS7 (entrambe possedute dalla concorrente) al 100% Il subappalto è consentito alle condizioni ed entro i limiti previsti dall’art. 105 del Codice. Si rimanda, al riguardo, al Codice stesso ed al disciplinare.
11 25/09/2018 Si prega di confermare che i nominativi e i riferimenti dei subappaltatori devono essere inseriti nel DGUE Parte D: “Informazioni concernenti i subappaltatori….”.
A tal proposito si prega cortesemente di chiarire se anche i subappaltatori debbano presentare il PASSOE e il DGUE ovvero sia sufficiente che ognuno di loro compili l’Allegato 1 e che questo venga inserito nella “Busta A” unitamente a quello del concorrente
Si, per i subappaltatori, è sufficiente solo l’allegato A1 redatto da ciascun subappaltatore
10 25/09/2018 Si prega di confermare che, stanti le reali difficoltà tecniche di caricamento di documentazione di carattere societario su sistema AVCPass, la verifica dei requisiti (a seguito di estrazione / aggiudicazione) avverrà con trasmissione, anche con modalità telematiche, direttamente alla stazione appaltante previa richiesta Si

9

25/09/2018

Si prega di confermare che le certificazioni da inserire in “Busta A” sono i certificati ISO 9001 (per abbattimento del 50%) e ISO 14001 (per abbattimento dell’ulteriore 20%)
Si rimanda a quanto previsto dal Codice degli appalti ed in particolare dall’art. 93

8

25/09/2018

Se anche i soggetti cessati dalla carica ex art. 80 D.Lgs 50/2016 debbano o meno compilare, o il legale rappresentante per loro per quanto di propria conoscenza, l’allegato A1
Si, secondo quanto previsto dal Codice

7

25/09/2018

Si fa presente che nel DGUE allegato ai documenti di gara non sono presenti parti barrate come riportato nel disciplinare nell’articolo 8, A.1). Prego quindi cortesemente di voler allegare una nuova versione del DGUE con le parti barrate che non devono essere compilate, in modo da poter redigere un documento completo con le informazioni realmente richieste dalla stazione appaltante, ovvero elencare le parti del DGUE che devono essere compilate
Al seguente link si allega la nuova versione del DGUE con le parti barrate
 

6

25/09/2018

confermare che il DGUE deve necessariamente essere inserito nella “Busta A” - anziché in formato cartaceo - in sola modalità telematica (cioè su CD o chiavetta USB)
Si

 5

 14/09/2018

E' richiesto di confermare che in caso di partecipazione alla gara come Capogruppo di un costituendo raggruppamento temporaneo di imprese sia sufficiente l’effettuazione del sopralluogo solo da parte dello scrivente Consorzio.
Sì, si conferma quanto asserito nel quesito.
 
 
 

 4

 14/09/2018

In riferimento alla gara in oggetto, la categoria OS7 può essere assorbita dalla categoria prevalente OG11 ovvero dalla categoria OG1? Oppure è necessario che debba essere coperta da impresa qualificata partecipante alla gara?
Si conferma quanto riportato in risposta n. 1, ovvero che le opere di finiture di opere generali di natura tecnica (OS7), trattandosi di opere a qualificazione non obbligatoria, possano essere eseguite direttamente dal concorrente, anche se sprovvisto della relativa qualificazione SOA, assolvendo alla copertura del relativo requisito tramite qualificazione nella categoria 'prevalente' (OG11).

 3

 14/09/2018

Preso atto di quanto riportato nel disciplinare di gara al Paragrafo 9 - SUBAPPALTO, il quale recita: "Inoltre, ai sensi dell’art. 105 comma 6 del Codice, trattandosi di appalto superiore alla soglia UE, il concorrente deve indicare una terna di subappaltatori.", qualora il concorrente intendesse subappaltare sia opere riconducibili a lavori impiantistici, che opere riconducibili a lavori edili, si chiede se sia sufficiente indicare, in sede di gara, una sola terna di subappaltatori e se siano dovute le dichiarazioni attestanti l'assenza, in capo agli stessi, dei motivi di esclusione di cui all'art. 80 del Codice.
Ai sensi dell'art. 105 comma 6° del Codice dei Contratti pubblici:
“Nel caso di appalti aventi ad oggetto più tipologie di prestazioni, la terna di subappaltatori va indicata con riferimento a ciascuna tipologia di prestazione omogenea prevista nel bando di gara.”
Sono dovute, in capo agli operatori economici indicati nella terna, le dichiarazioni attestanti l'assenza
2  14/09/2018
Qualora il concorrente intendesse ricorrere al subappalto delle opere di finiture di opere generali di natura tecnica (OS7), si chiede conferma che tali opere possano essere subappaltate al 100% (nel rispetto del limite del 30% dell'importo complessivo del contratto).
si conferma quanto asserito nel quesito.
 1 14/09/2018

Essendo ricompresi nella procedura di cui trattasi lavori di cui alle categorie SOA: 

OG11 (impianti tecnologici) € 5.527.392,49
OG1 (edifici civili ed industriali) € 2.900.013,02
OS7 (finiture di opere generali di natura tecnica) € 1.180.595,27


si chiede conferma che le opere di finiture di opere generali di natura tecnica (OS7), trattandosi di opere a qualificazione non obbligatoria, possano essere eseguite direttamente dal concorrente, anche se sprovvisto della relativa qualificazione SOA, assolvendo alla copertura del relativo requisito tramite qualificazione nella categoria 'prevalente' (OG11)

Sì, si conferma quanto asserito nel quesito.